sfondoshort8_eng

Notizie dal Festival


  • 22 marzo 2018

2D ANIMATION IS NOT DEAD!

2D ANIMATION IS NOT DEAD!

Nella sua masterclass veneziana Robb Pratt diventa l’eroe dell’animazione ‘old school’

Protagonista della prima giornata dell’ottava edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival è stato lo storico animatore Disney Robb Pratt che ha tenuto all’Auditorium Santa Margherita la sua attesa masterclass. Pratt – che ha dato forma ad alcuni dei più importanti classici dell’animazione come Hercules (1997), Tarzan (1999), Fantasia 2000 (1999) – ha raccontato il suo percorso di crescita nel settore e le difficoltà che ha dovuto affrontare per affermarsi, presentando infine il suo ultimo lavoro, questa volta satirico, intitolato CARMAN.

Non solo avevo una grande passione per la Disney - ha confessato – ma ero anche spinto da una volontà ferrea di uscire dalla povertà in cui mi trovavo”. Per questo, sin da giovane, lavorava la mattina per poi alla sera frequentare corsi per apprendere le tecniche dell’animazione. Anche una volta entrato alla Disney ha continuato a studiare per migliorarsi, persino al termine del proprio turno lavorativo, sentendo viva l’esigenza di continuare ad apprendere durante l’intera carriera. Una frase è ricorsa più volte nel corso della masterclass: “Ho imparato sul campo che la dedizione al lavoro è fondamentale, non bastano la preparazione e gli insegnanti, per quanto bravi siano. Non puoi mai smettere di imparare”. Molti sono stati gli ostacoli che ha incontrato esercitando questa professione come, per esempio, l’introduzione dell’animazione digitale con Toy Story. Questa infatti ha costretto gli animatori specializzati nel 2D a studiare delle tecniche completamente diverse e ad aggiornarsi per poter rimanere al passo coi tempi.

Pratt ha poi introdotto la proiezione di alcuni schizzi animati realizzati per la Disney che hanno messo in rilievo la dinamicità che dei “semplici” disegni in 2D possono assumere, nonché la complessità di questa tecnica. Lavorando in proprio, Pratt ha spiegato che un singolo animatore per realizzare un minuto di video può arrivare a impiegare addirittura un anno di lavoro. Le scene, infatti, vengono prima disegnate e poi scannerizzate e sistemate al computer.

Pratt ha poi condiviso con il pubblico dell’Auditorium dei lavori che ha curato come regista indipendente che hanno riscosso un notevole successo di critica, attirando l’attenzione anche di importanti case di produzione. Decidendo di seguire lo stile “old school” Pratt ha realizzato mediante la tecnica del 2D alcuni cortometraggi animati come Superman Classic (2011), Bizarro Classic (2012) e Flash Gordon Classic (2015). In tutti e tre, i protagonisti sono doppiati da dei “veri supereroi”, come li ha definiti l’animatore stesso. Infatti Superman Classic e Bizarro Classic hanno ricevuto la voce dall’attore John Newton (interprete di Superman nella serie televisiva statunitense Superboy, 1988-1992); Flash Gordon, invece, da Eric Johnson, l’attore che ha incarnato il supereroe nell’omonimo telefilm del 2007.

Infine è stato proiettato l’ultimo lavoro dell’artista californiano: CARMAN – The Road Rage Anti-Hero. Questa esilarante miniserie animata composta da sette episodi e presente sul suo canale YouTube (chiamato non casualmente: Where 2d Animation is NOT Dead!), è nata dalla sua rabbia verso il traffico di Los Angeles e verso i comportamenti scorretti degli automobilisti. Pratt ha infatti ammesso: “Ho deciso di sfruttare questa emozione negativa per trasformarla in qualcosa di produttivo” ed è così che è nato l’anti-eroe Carman. Inoltre ha rivelato che, quando si cerca un tema per la propria storia, la prima regola è scrivere di ciò che si conosce. L’interessante elemento di novità di questa miniserie consiste nel fatto che la fine di ogni puntata, sommata alle altre, va a formare un tutorial che spiega come vengono realizzate le animazioni in tutte le loro fasi.

Durante la masterclass Robb Pratt ha lanciato più volte un messaggio appassionato ed incoraggiante a tutto il pubblico dell’Auditorium, spronandolo a non lasciarsi scoraggiare dalle difficoltà e ad attivarsi per produrre qualcosa che si potrà utilizzare nel futuro. Però, anche quando si raggiungerà il proprio obiettivo, ha sottolineato, sarà importante non smettere di imparare: la passione e la continua dedizione sono fondamentali. “Cercate di trovare di ogni situazione, anche negativa, un’occasione - ha continuato – e se vi trovate in un momento difficile della vostra vita è importante trasformare questa negatività in qualcosa di positivo. Ispirate le persone, perché queste vogliono essere ispirate”.

Al termine della serata è stato lasciato spazio alle domande del pubblico, che l’artista ha poi salutato calorosamente firmando degli autografi e realizzando anche dei bozzetti dedicati, aventi per protagonisti i personaggi che ha animato durante la sua carriera come Hercules, Superman, Tarzan, Flash Gordon e Carman.

Loading