Notizie dal Festival


Agli albori dell’animazione italiana

 

La seconda edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival è lieta di ospitare un prestigioso speciale in collaborazione con l’AIRSC, l’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, guidata da un grande studioso cinematografico nonché amico del Festival, Carlo Montanaro. L’Associazione viene fondata nel 1964 con l’intento di ridefinire metodi e contenuti della ricerca storica in campo cinematografico, sforzi confluiti nella pubblicazione di “Immagine. Note di storia del cinema”, la prima rivista dedicata allo studio sul cinema delle origini. Altrettanto importante è il suo lavoro di valorizzazione dell’opera filmica quale bene d’interesse storico e culturale svolto attraverso salvataggio, conservazione e restauro di pellicole del passato ed esemplificato dal fondamentale apporto a Le Giornate del Cinema Muto di Pordenone.

Grazie agli sforzi dell’AIRSC, a cui hanno contribuito l’Archivio Storico CinecittàLuce di Roma e La Cineteca del Friuli di Gemona, sarà possibile ripercorre al Festival cinque tappe della storia italiana dei corti d’animazione, viaggiando tra affascinanti sperimentazioni e audaci innovazioni.

 

 IL PROGRAMMA DELLE PROIEZIONI

 

La storia di Lulù  (1909/10, 5’, mute)

Regia – Director:  Arrigo Frusta

Fotografia – Photography: Giovanni Vitrotti

Produzione – Production: Ambrosio

Il primo film raccontato “dalle ginocchia in giù” dove ambientazioni e costumi rendono esemplarmente l’ascesa sociale di una contadinella dalla collina alla città. L’ultima scena è la più antica sequenza in “animazione” del cinema italiano conservata, ottenuta tramite “passo uno” con oggetti tridimensionali (due paia di scarpe).

 

Anacleto e la faina  (1941, 8’)

Regia – Director:  Roberto Sgrilli

Consulenza tecnica – Technical Consultant: Gaetano Ventimiglia

Fotografia  – Photography (Agfacolor): Aldo Angelici

Musica – Music by: Gino Filippini

Produzione – Production: Bassoli, 8’

Il brutto anatroccolo che prefigura Calimero. La nascente animazione italiana occhieggia all’universo disneyano.

 

Il paese dei ranocchi  (1941, 7’)

Fantasia a disegni animati – Cartoon fantasy

Regia – Director:  Antonio Rubino

Consulenza – Consultant:: Ugo Amadoro

Tecnico di ripresa – Technician (Agfacolor): Luigi Minaldi

Musica – Music by: Raffaele Gervasio

Produzione – Production: INCOM, 7’

Grande illustratore Antonio Rubino costruisce con abilità un mondo estremamente cattivante esaltato da un uso molto appropriato dell’Agfacolor.

 

L’ultimo Sciuscà  (1947, 11’)

Regia – Director:  Gibba (Francesco Maurizio Guido)

Direzione della produzione – Production direction: Giannetto Beniscelli

Musica – Music by: Costantino Ferri

Produzione – Production: Alfa Circus Film

Un tentativo di neorealismo disegnato di ispirazione poetica rimasto unico e irripetibile.

 

La piccola fiammiferaia  (1951, 8’)

Regia/fotografia – Director/Photography:  Romano Scarpa

Commento musicale – Musical accompaniment by:  Quartetto Cetra

Produzione – Production: Mario Casamassima

Nasce con l’animazione, in uno studio autogestito con tanto di “multiplane camera” a Venezia, l’attività lavorativa di Romano Scarpa, disegnatore che sarà poi “costretto” dagli avvenimenti a diventare il maestro indiscusso della scuola fumettistica della Disney italiana. 

The second edition of the Ca’ Foscari Short Film Festival is honoured to present a special screening in collaboration with AIRSC, the Italian Association for Research on Cinema History, led by an outstanding scholar and friend, Carlo Montanaro. The Association was founded in 1964 with the aim of redefining the methods and contents of the historical research in the cinema field, as suggested by the publication of “Immagine. Note di storia del cinema” (Image. Annotations on the history of cinema) the first journal on early cinema studies. Of great importance the efforts intended to evaluate cinema productions as historical and cultural contributions: films of the past are retrieved, preserved and restored. A clear example of this is one of AIRSC’s main contributions, Le giornate del Cinema Muto(The Silent Cinema Festival), held in Pordenone.

Thanks to AIRSC and in collaboration with the Archivio Storico CinecittàLuce (Historical Archive CinecittàLuce) in Rome and La Cineteca del Friuli in Gemona, the Festival will show five rare short films of Italian animation, experiencing fascinating experiments and challenging innovations.

 

 SCREENINGS SCHEDULE

 

La storia di Lulù – The story of Lulù (1909/10, 5’, mute)

Regia – Director:  Arrigo Frusta

Fotografia – Photography: Giovanni Vitrotti

Produzione – Production: Ambrosio

The first film told “from the knee down”, where settings and costumes manage to show in a wonderful way the social rise of a countrywoman, from the hills to the city. The last scene is the oldest sequence in “animation” of  Italian cinema, achieved through “step one” with tridimensional objects (two pairs of shoes).

 

Anacleto e la faina – Anacleto and the Stone Marten (1941, 8’)

Regia – Director:  Roberto Sgrilli

Consulenza tecnica – Technical Consultant: Gaetano Ventimiglia

Fotografia  – Photography (Agfacolor): Aldo Angelici

Musica – Music by: Gino Filippini

Produzione – Production: Bassoli, 8’

The ugly duckling, forerunner of Calimero. The rising Italian animation as a confrontation with the Disney universe. 

 

Il paese dei ranocchi – The Land of Frogs (1941, 7’)

Fantasia a disegni animati – Cartoon fantasy

Regia – Director:  Antonio Rubino

Consulenza – Consultant:: Ugo Amadoro

Tecnico di ripresa – Technician (Agfacolor): Luigi Minaldi

Musica – Music by: Raffaele Gervasio

Produzione – Production: INCOM, 7’

The great illustrator Antonio Rubino builds up with great ability an extremely attractive world, magnificently exalted by an appropriate use of Agfacolor

 

L’ultimo Sciuscà – The Last Shoeshine (1947, 11’)

Regia – Director:  Gibba (Francesco Maurizio Guido)

Direzione della produzione – Production direction: Giannetto Beniscelli

Musica – Music by: Costantino Ferri

Produzione – Production: Alfa Circus Film

A neorealist attempt to outline a  poetic inspiration, a unique and unrepeatable experiment. 

 

La piccola fiammiferaia – The Little Match Girl (1951, 8’)

Regia/fotografia – Director/Photography:  Romano Scarpa

Commento musicale – Musical accompaniment by:  Quartetto Cetra

Produzione – Production: Mario Casamassima

The  activity of Romano Scarpa, the designer who will later be led by several events to become the undiscussed master of the comics school of the Italian Disney. Animation in a self-managed studio in Venice, with the use of a “multiplane camera”.

eugenio

Chi è eugenio

  •