Notizie dal Festival


Programma speciale della Giuria

I tre giurati del Concorso Internazionale presentano un corto da loro diretto o prodotto

Each Jury Member present a short film directed or produced by him/herself

Wonder
di Mizue Mirai
Produttore / Producer: Keiko Kusakabe
Animazione / Animation
Francia/Giappone, 2013, 8’
Keiko Kusakabe presentera` in anteprima italiana, dopo la premiere mondiale alla Berlinale, il nuovo lavoro dell’animatore Mirai Mizue, Wonder. Mizue, giapponese classe 1981, è attivo dai primi anni del nuovo millennio, con una forma di animazione astratta che lo avvicina alla video-arte. Ha ricevuto la sua consacrazione internazionale nel 2011, quando il suo cortometraggio Modern n.2 è stato presentato nella sezione Orizzonti della Biennale di cinema, in seguito alla quale i suoi lavori hanno fatto il giro dei festival mondiali, vincendo premi in Giappone, Francia, Croazia e Canada. Il suo nuovo progetto, Wonder, presentato in concorso nella sezione cortometraggi della 64Åã edizione del Festival Internazionale di Berlino, è l’ennesima espressione del suo estro creativo. Mizue ha infatti creato clip da un secondo contenenti 24 disegni realizzati a mano, uno per ogni fotogramma, caricandoli poi su Youtube ogni giorno per un intero anno. Il progetto, realizzato anche grazie a un’operazione di crowdfunding attraverso Kickstarter, è stato completato il 31 marzo dello scorso anno con la collaborazione di altri 160 disegnatori. Mizue si è poi dedicato a una lunga opera di post-produzione, conclusa con l’inserimento delle suggestive musiche dei Pascals. L’insieme dei 365 inserti video, contenenti 8.760 disegni, sono quindi stati riuniti per formare il cortometraggio animato Wonder.
L’opera – che ha come soggetti principali il mondo animale e vegetale – è il riflesso della poetica dell’autore, con forme cangianti e mutevoli che si intersecano fra di loro con una vivacita` di colori sorprendente. L’incredibile fluidita` delle animazioni si armonizza perfettamente con la musica al tempo stesso seria e giocosa, dando vita a un’esperienza visiva e acustica originalissima, degna espressione di quel senso di meraviglia che è anche il titolo dell’opera.

As the Crow Flies
di Kumar Shahani
Musica/Music: Rupak
Flauto/Flute: Kulkarni
Canzone /Song: Ramesh Panchal
Produzione: Pundole Art Gallery
Documentario/Documentary
India, 2004, 22′

Come vola il corvo è un’esplorazione estetica dei lavori dell’eminente pittore Akbar Padamsee, artista indiano contemporaneo considerato tra i pionieri della pittura indiana moderna. Dipinti a olio, emulsioni plastiche, acquarelli, sculture, incisioni, computer grafica e fotografia sono i vari mezzi con cui ha lavorato nel corso degli anni. Ha lavorato anche come regista, scultore, fotografo, incisore e litografo. Insignito nel 1962 del premio Lalit Kala Ratna dalla Lalit Kala Akademi, l’Accademia Nazionale delle Arti indiana, ha inoltre ricevuto il Kalidas Samman per le Arti Plastiche dal Governo di Madhya Pradesh nel 1997 e, nel 2010, il Padma Bhushan, la terza maggiore onorificenza civile in India. Il regista Kumar Shahani condivide con Padamsee l’interesse per l’arte, l’estetica e la filosofia, e discorre con l’artista attraverso il suono della citta`, la musica di Gnan e immagini che si avviluppano come un bozzolo in strutture di spazio medidativo. Prodotto dalla Pundole Art Gallery di Mumbai, il film rivela alcuni momenti essenziali nei processi cognitivi che si verificano nella vita di un quadro di Padamsee e la visione cinematica del lavoro di Shahani.

Il sogno di Armando
Scritto e diretto da / Written and directed by Luca Miniero
Art Director: Elisa Anzini
Cinematographer: Federico Angelucci
Cast: Paola Casella, Armando De Matteis, Vasco Ippoliti
Filmmaster Productions
Italia, 2012, 8’
Girato tra le immense distese di grano al confine tra Bisaccia e Calitri e in alcuni angoli suggestivi del centro storico di Bisaccia, il cortometraggio ha come protagonista il piccolo Armando, un bambino di 8 anni cresciuto nei campi di grano. Tutti dicono di lui che è un sognatore: Armando, infatti, ama il mare pur non avendolo mai visto, e con la fantasia e genuinita` propria dei bambini costruisce una nave che salpa sul mare di spighe mosse dal vento. Il sogno di Armando diventa metafora della pasta Grano Armando prodotta dalla De Matteis Agroalimentare a cui il corto si lega, nel segno di un piacere nato sessant’anni fa e tuttora incontaminato, un valore genuino come la creazione ludica di un bambino.

Nella campagna ideata da Red Cell e realizzata dalla Filmmaster Productions, Luca Miniero è riuscito con emozioni e ironia a creare il quadro di rapporti umani che danno vita al mondo agricolo da cui nasce il grande pastificio campano

Wonder
by Mizue Mirai
Produttore / Producer: Keiko Kusakabe
Animazione / Animation
France/Japan, 2013, 8’
After the World Premiere at the Berlinale, Keiko Kusakabe is going to present the Italian preview screening of Wonder, the latest animation work by Mirai Mizue. Born in 1981, since the beginning of year 2000 Mizue has been working with a form of conceptual animation which makes him more similar to a video artist. In 2011, after presenting his short movie Modern n.2 in the Orizzonti section at the 68th Venice Film Festival, he became well known on the international scene. His works have been screened during film festivals all over the World, and have been awarded in Japan, Croatia and Canada. His new project Wonder, presented in the “short” section at the 64th Berlin International Film Festival, is another among the many creative expressions of his spirit. Indeed, Mizue created clips lasting only one-second, which display 24 handmade drawings, one for each photogram, and uploaded them on Youtube every single day for an entire year. This project, which was made possible thanks to a crowd-funding operation through Kickstarter, and with the collaboration of other 160 illustrators, was completed on March 31st, 2013. Mizue then devoted himself to a long post-production work, completed with the addition of the Pascals striking music. The 365 video inserts containing 8.760 drawings were then put together to set up the animation short Wonder. With the animal and plant world as main subjects, this work is the reflection of the author’s poetry, with its shimmering and variable forms which cross one another and with a display of astonishingly bright colours. The incredible fluency of its animation perfectly blends with the music, serious but playful at the same time, and it gives birth to an extraordinary experience, both from the visual and the acoustic point of view. A respectable expression of a sense of wonder, which is the title of the work as well.

As the Crow Flies
di Kumar Shahani
Musica/Music: Rupak
Flauto/Flute: Kulkarni
Canzone /Song: Ramesh Panchal
Produzione: Pundole Art Gallery
Documentario/Documentary
India, 2004, 22′
As the Crow Flies is an aesthetic exploration of the works by the eminent painter Akbar Padamsee, a contemporary Indian artist and painter, considered as one of the pioneers of Indian modern painting. Oil painting, plastic emulsion, water colour, sculpture, printmaking, computer graphics and photography are the various mediums he has used over the years. He has also worked as a film maker, a sculptor, a photographer, an engraverand a lithographer. In 1962 he was awarded with the Lalit Kala Ratna by the Lalit Kala Akademi, India’s National Academy of Arts; he also received the Kalidas Samman for Plastic Arts from the Madhya Pradesh Government in 1997 and in 2010 he was bestowed with the Padma Bhushan, India’s third highest civil honour. Director Kumar Shahani has in common with Padamsee the interest for art, aesthetics and philosophy, and converses with the artist via the sound of the city, the music of Gnan, and images that spiral into cocoon-like structures of meditative space. Produced by the Pundole Art Gallery, Mumbai, the film reveals Shahani’s cinematic vision, as well as some crucial moments of the cognitive approach which gives life to a Padamsee painting.

Il sogno di Armando /Armando’s Dream
Scritto e diretto da / Written and directed by Luca Miniero
Art Director: Elisa Anzini
Cinematographer: Federico Angelucci
Cast: Paola Casella, Armando De Matteis, Vasco Ippoliti
Filmmaster Productions
Italia, 2012, 8’
Shot in the sweeping stretch of wheat at the limit between Bisaccia and Calitri and in some striking spots in the historical centre of Bisaccia, this short movie’s main character is the little Armando, a 8-year old boy grown in the wheat fields. Everybody says he is a dreamer: indeed, Armando loves the sea, even if he has never seen it, and thanks to the fantasy and candour typical of children he builds a ship which sets out in a sea of spikes blown by the wind. Armando’s dream becomes a metaphor of Grano Armando’s pasta, made by De Matteis Agroalimentare the short refers to, testifying a a pleasure born sixty years before and still uncontaminated, a pure value, lile a kid’s playful creation. In the campaign created by Red Cell and made by Filmmaster Productions, through emotions and irony Luca Miniero succeeds in giving us a clear description of the human relationships which give life to the rural environment where the famous pasta factory has been founded in the Campania regione.

eugenio

Chi è eugenio

  •